Boolimia

Federica Fumagalli

Il cibo è vita. O almeno dovrebbe esserlo. Ma per una piccola percentuale di esseri umani il cibo è ossessione, rimprovero, senso di colpa, dolore, lotta, vergogna; debolezza. Io faccio parte di quella sfortuna percentuale.

Boolimia è il racconto di questo mondo nascosto e di chi ne fa parte.

Boolimia - my body

Lettera al mio disturbo alimentare.

Caro disordine alimentare,

inizio così questa lettera, non come se tu fossi il mio innamorato al fronte a cui sto destinando pensieri lontani, quanto piuttosto facendo la somma di tutti i soldi spesi in merendine, pizzette, patatine, wurstel, barattoli formato famiglia di Nutella, affettati, torte, dolci da forno, dolci Balconi, dolci di pasticceria, cioccolate, altre merendine, piadine, doppie piadine, triple piadine, rustichelle e cionate da Autogrill non meglio identificate. Al conto aggiungo le sedute di terapia, i libri, i seminari, le ore passate su Youtube a guardare video motivazionali fasulli, i fazzoletti di carta consumati a quantità industriali e gli abbonamenti annuali in palestra dimenticati in fondo alle tasche di pantaloni da yoga nuovi di zecca. Caro lo sei stato per davvero. Ma, se non altro, sei riuscito nell’impresa di far dimagrire il portafoglio. Beato lui.

Io e te non ci siamo mai capiti. Ti ho sentito intrufolarti tra le pieghe delle mie articolazioni e ti ho trattato fin da subito come un intruso troppo intimo per essere ingannato. Eri il nemico sempre all’erta; il grande male da estirpare e sterminare. Non ti ho mai voluto nella mia vita, ma la verità è che ho sempre avuto bisogno di te, come l’ossigeno per respirare. Non ho mai pensato di potercela fare da sola e, anche se averti come compagno di vita è stato un continuo trascinarsi nel fango, è stato comunque meglio che attraversare la palude da sola. Almeno avevo qualcuno da incolpare, quando la melma mi risucchiava verso il basso.

Vattene! Ti urlavo in faccia guardandomi allo specchio. Resta con me! Ti sussurravo la notte quando ero sicura che nessuno fosse all’ascolto.

Vattene! Ti urlavo in faccia guardandomi allo specchio. Resta con me! Ti sussurravo la notte quando ero sicura che nessuno fosse all’ascolto.”Continua la lettura
Boolimia - my body
boolimia - body on fire

Perchè Boolimia?

Da dove inizio a raccontare la mia storia? Me lo sono chiesta tante volte. Ci ho provato con tutti i mezzi che mi venivano in mente: parole, letteratura, fotografia, video… qualsiasi scusa era buona per documentare ciò che provavo. Poi quando mi convincevo che quella foto era proprio figa e che quel capitolo del libro era troppo divertente, mi veniva in mente mio cugino.

Pensavo a mio cugino e dicevo: chissà cosa penserà di me quando saprà. Quando realizzerà che persona orribile ho nascosto di essere per più di dieci anni, si vergognerà di me? E così mio cugino diventava mia madre, mia madre diventava l’amico d’infanzia, e prima che io avessi il tempo di formalizzare la decisione di pubblicare i miei lavori, li avevo già buttati nel cestino tra le carte delle caramelle, per non correre il rischio di ripensarci.

Ecco dove nasce Boolimia: dall’esigenza di comunicare nella maniera più fedele possibile l’incredibile ricchezza che si nasconde dietro ad una persona con problemi alimentari; per scoprire le incredibili possibilità dentro ogni disturbo dell’alimentazione.

Segui il progetto.

In Punta di Piedi

11 maggio 2016/8 min. read

Io ti odio perchè mi hai fatto odiare me stessa.

22 aprile 2016/15 min. read

Tornassi indietro.

15 aprile 2016/4 min. read

Binge Eating Disorder.

3 marzo 2016/3 min. read

Lettera al mio disturbo alimentare.

28 febbraio 2016/5 min. read

Vuoi partecipare?

Boolimia nasce dalla mia personale esperienza personale con i disturbi dell’alimentazione, ma purtroppo, di storie simili ce ne sono in giro tante. Non se ne sente mai parlare perchè, o chi ne soffre si vergogna, e quindi tace, e perchè chi ne parla nei panni di “esperto”, in realtà, non l’ha mai vissuto in prima persona. Se te la senti di condividere e ti va di metterti in gioco, a qualsiasi livello, io ho voglia di raccontarti. Posso aiutarti a trovare il modo per dare il giusto valore alla tua esperienza e farla diventare qualcosa di significativo per molte altre persone.

——————————————————————————————-

Sei un creativo, di qualsiasi tipo, e vuoi contribuire al progetto con ciò che sai fare? O semplicemente vuoi parlare di Boolimia nei tuoi canali? Scrivimi, e proponi la tua idea. La tua tessera fedeltà dei punti Karma riceverà un lauto compenso.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

© Copyrights 2017 - Storyes by Federica Fumagalli. All rights reserved / P. IVA 03840360162